Pagamento delle indennità al personale del Pugliese-Ciaccio impegnato nell’emergenza Covid. Il consigliere regionale Pitaro: “Inaccettabili i ritardi"

Martedì 04 Maggio 2021 15:54 di Redazione WebOggi.it

«Gli operatori sanitari dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio, che stanno instancabilmente prestando servizio in questa drammatica fase di emergenza sanitaria, non hanno ancora ricevuto l’incremento di retribuzione previsto dal DL n. 18/2020 e dal n. 34/2020 destinato alla remunerazione delle competenze accessorie del personale delle aziende del SSR impiegato nell'attività emergenziale - DCA n. 34 del 23/02/2021».

Il consigliere regionale Francesco Pitaro interviene «su un’inadempienza immotivata e irrispettosa del duro lavoro svolto con abnegazione,  in una situazione tanto critica e cruciale, da figure professionali imprescindibili per la salute dei cittadini. La liquidazione dei fondi alle ASP e alle Aziende Ospedaliere della regione è stata predisposta dal Dipartimento Salute con decreto dirigenziale N°. 3467 del 01/04/2021. Eppure, il personale del Pugliese-Ciaccio impegnato nell’emergenza Covid non ha ancora percepito alcuna indennità".

"Perché eludere e procrastinare un più che meritato riconoscimento a chi da un anno a questa parte si espone quotidianamente al rischio di contagio? Il commissario Longo - conclude Pitaro - intervenga senza indugiare oltre per venire a capo di una situazione che ha del paradossale e calpesta i diritti fondamentali dei lavoratori».


Galleria Fotografica




Notizie più lette