Rogo Tonnina's, chiesti 8 anni e 4 mesi per Fiorentino, le dichiarazioni esclusive della difesa

Lunedì 11 Febbraio 2019 17:00 di Isabella Pesce

“Un processo a cui manca del tutto la prova scientifica” questo il commento dell’avvocato difensore Eugenio Perrone dopo l’udienza di oggi in cui il pubblico ministero Chiara Bonfarini ha chiesto 8 anni e 4 mesi a carico di Gennaro Fiorentino, storico ex gestore del Pub Tonnina’s di Catanzaro Lido andato completamente distrutto in un incendio la notte tra il 4 e il 5 aprile 2018, causando la morte di Giuseppe Paonessa, 34 anni e di Eugenio Sergi, 33 anni, originari di Borgia.

Due anni e otto mesi per l’accusa di incendio doloso e cinque anni e otto mesi per il reato di morte come conseguenza di un altro delitto, un verdetto che sarà pronunciato nell’udienza rinviata dal gup del Tribunale di Catanzaro Giacinta Santaniello al 4 marzo insieme alle eventuali repliche difensive.

Una sentenza di condanna in cui secondo il legale “Ci sono elementi che non tornano: la dinamica raccontata non ha riscontri scientifici, il nebulizzatore non è stato mai analizzato, così come le taniche che si non si sa cosa contenessero, si è detto combustibile, ma quale? Quanto ne è stato usato? La mancanza delle regole precauzionali addebitata al mio assistito come causa della morte a conseguenza di altro reato dovrebbe derivare da dati scientifici che invece non ci sono”

 


Galleria Fotografica




Notizie più lette