“La beneficenza è un atto di responsabilità e non una mera pubblicità” - Raiola denuncia uno spiacevole episodio

Martedì 14 Gennaio 2020 20:00 di Redazione WebOggi.it
“La beneficenza è un atto di responsabilità e non una mera pubblicità”: lo dichiara con vigore il dottor Giuseppe Raiola che da anni realizza iniziative solidali con l'obiettivo di aiutare le persone più bisognose.

 

 

 

“Siamo molto fieri, ad esempio - afferma Raiola – del progetto 'We will make your dreams come true' – con i quali stiamo realizzando i sogni dei bambini ricoverati nei reparti pediatrici dell'ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro. Ringraziamo tutte le associazioni che in questo percorso ci hanno voluto affiancare, sposando e sostenendo l'iniziativa.”

 

 

 

“Tengo a sottolineare, però – precisa Raiola - il primario obiettivo di queste azioni che è donare un sorriso. Tutto quello che noi comunichiamo tramite la stampa è solo successivo a quello che è già ampiamente programmato e realizzato. Recentemente, abbiamo avuto uno spiacevole episodio con chi ha voluto utilizzare l'associazione che presiedo, l'Acsa & Ste Onlus, il ruolo da me ricoperto all'interno dell'ospedale, nonché la mia sensibilità nei confronti dei più bisogni dei più piccoli, per poter uscire sui giornali e farsi promozione, senza mantenere fede a quanto ampiamente comunicato. Nello specifico, il 15 dicembre scorso, è stata organizzata una raccolta fondi nell'ambito del torneo 'Diamo un calcio alla malattia'. I promotori della manifestazione hanno voluto pubblicare nell'immediato la notizia sui quotidiani locali ma, purtroppo, ci spiace comunicare che, a causa di incomprensioni, la donazione, allo stato attuale, non è stata effettuata e né vorrà essere recepita dalla Acsa & Ste Onlus. Riteniamo che tale precisazioni vanno portate a conoscenza del pubblico perché la beneficenza non va strumentalizzata per fini propri e pubblicitari!”

 


Galleria Fotografica




Notizie più lette