Sergio Costanzo sulle dichiarazioni di Correggia " Il dottore Correggia che si è incamminato su un terreno accidentato e ricco di sorprese"

Mercoledì 09 Gennaio 2019 12:00 di Redazione WebOggi.it

Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni di #FarePerCatanzaro sull'attuale clima di tensione creatosi con i vertici di AMC :

 

"In quanto a livore riteniamo che il dottore Correggia non sia secondo a nessuno. Livore verso gli eletti dal popolo già ampiamente dimostrato nelle sue intercettazioni telefoniche, rese pubbliche, del processo Catanzaropoli in cui molti consiglieri e assessori comunali vengono definiti,dallo stesso, tangentisti, nulla facenti e esseri inutili. Egli convenientemente considerandosi un abile prestigiatore a nostro parere e non solo, modesto clown, piuttosto che rispondere con argomentazioni appropriate ai legittimi rilievi elevati da un consigliere comunale nell’esercizio della propria funzione, rispettoso del mandato e dei regolamenti, tenta maldestramente cosi come nello stile più consono al capo del governo cittadino che lo ha nominato, di distrarre l’opinione pubblica dalle inefficienze e dai disservizi con cui la Città quotidianamente è costretta a convivere da circa un ventennio.


Egli esattamente come il suo benefattore, da una parte cerca di intestarsi risultati e attività che, sono comunque ancora al di là da venire e certamente non riconducibili alla sua azione gestionale o che fanno parte della cosiddetta ordinaria amministrazione di cui beneficiano tutte le aziende di Trasporto Pubblico, come ad esempio la ripartizione dei fondi regionali per l’ammodernamento delle flotte aziendali o ancora afferenti ad Accordi di Programma; dall’altra, cerca di creare polveroni semplificando le eccezioni sollevate a mero tornaconto elettorale, minacciando di adire la magistratura inquirente per la valutazione di eventuali profili di responsabilità penale. Ricordiamo a noi stessi, che i tempi in cui la magistratura era per alcuni professionisti “copertura” per lungimiranti carriere sono finiti. Oggi a guidarla c’è un signore di nome Nicola Gratteri che oltre a essere incorruttibile e inavvicinabile è il garante della legge uguale per tutti senza distinzione tra figli e figliastri.
Sappia il dottor Correggia che tali giochi di prestigio sono desueti e figli di una cultura che nulla ha a che fare con il concetto di bene comune e con i principi di trasparenza e buon andamento della pubblica Amministrazione.


Se per un istante avesse creduto, con la sua scomposta reazione, di poterci intimidire cercando di inibire la nostra funzione di consigliere comunale, sappia il dottore Correggia che si è incamminato su un terreno accidentato e ricco di sorprese, tanto da poter affermare di sentirci in trepidante attesa per essere escussi circa i fatti di cui si duole. Fatti certamente non riconducibili a questioni personali e professionali, ma, piuttosto alla gestione di un Azienda Pubblica a totale partecipazione del comune di Catanzaro, su cui nutro un legittimo interesse nella qualità e in rappresentanza dei cittadini di Catanzaro.


Potrà essere dunque quella della Procura, la sede idonea dove finalmente con documenti alla mano potranno essere chiariti una lunga serie di atti gestionali che a parere del sottoscritto, nell'interesse dell’Azienda e della Città di cui è patrimonio, potranno essere chiariti e ripuliti da ombre di violazioni che da tempo si susseguono.
Sarà magari l’occasione di chiarire come mai pur avendo l’obbligo di non svolgere altri incarichi (oltre a quello ben retribuito di D.G. della AMC SpA) che per il carattere di intensità e professionalità richiesta oltrepassino i limiti dell’occasionalità e saltuarietà, il dott. Correggia continui a svolgere altre impegnative e continuative attività professionali. Ciò a mente il chiaro divieto imposto dal Codice di Comportamento dei Dipendenti del Comune di Catanzaro (art.9 c.1 lett.a) applicato anche ai dipendenti della AMC SpA .
E’ oltremodo chiara l’incompatibilità della funzione di Direttore Generale (incarico di lavoro subordinato a tempo determinato) con le altre e numerose attività professionali svolte in via continuativa e non occasionale dal dott. Correggia (vedasi tra le tante la ben retribuita attività di consulente dell’altra partecipata Catanzaro Servizi SpA).


Incompatibilità che rischia di mettere in seria difficoltà la AMC SpA che potrebbe vedersi invalidata una serie di importanti atti amministrativi con conseguente emersione di potenziale danno erariale . Potrebbe spiegare, alla magistratura, come è possibile “integrare” un appalto “economicamente importante” come quello del servizio Full Service in modo diretto, come ha nominato il Direttore d’esercizio senza bando pubblico, spiegare il collaudo dell’ascensore di Bellavista, e se sull'appalto della manutenzione ventennale della Funicolare si farà un bando europeo per la consistenza dell’importo.
Potrebbe spiegare ai cittadini, invece, la vicenda sull’affaire Parco Romani, che grazie alle sue denunce vede oggi l’amministrazione comunale soccombere di fronte ai privati e molto probabilmente verso il default della Catanzaro Servizi.
Prendiamo atto infine, che in breve tempo il dottore Margiotta è diventato un esperto di trasporto pubblico urbano, noi eravamo rimasti fermi alla sua preparazione sulla gestione delle cliniche private del comprensorio reggino.
Aspettiamo che anche su questi argomenti che qualcuno dica la sua.

Sergio Costanzo

Consigilere Comunale - #fareperCatanzaro


Galleria Fotografica




Notizie più lette