'Ndrangheta, arrestato a Roma il boss Pantaleone Mancuso detto "l’ingegnere"

Venerdì 15 Marzo 2019 08:30 di Redazione WebOggi.it

Arrestato dalla polizia a Roma in via Cerveteri nella sala bingo “Bingo Re” Pantaleone Mancuso, 58 anni, detto “l’Ingegnere”, boss dell’ omonimo clan di Limbadi ma residente a Nicotera. Era irreperibile dallo scorso ottobre. A giugno il figlio Emanuele ha deciso di collaborare con la giustizia. Nel 2014 era stato rintracciato al confine tra l’Argentina e il Brasile, a Puertu Iguazù. All’ epoca era ricercato per associazione mafiosa e duplice tentato omicidio. Fu estradato dopo l’arresto ma sparì di nuovo nel 2016. Successivamente venne intercettato dalle forze dell’ ordine dopo oltre un anno, nel giugno del 2017, mentre si trovava nel territorio comunale di Joppolo in compagnia di un’altra persona. In quel caso “L’ingegnere” si era reso irreperibile da oltre un anno per  sottrarsi da una condanna a 12 mesi di reclusione nella Casa lavoro di Vasto (Ch). Condanna scaturita dall'operazione "Batteria", per una serie di truffe su larga scala, il cui processo si era celebrato a Firenze.


Galleria Fotografica




Notizie più lette