La morte di Maria Sestina Arcuri fu omicidio, arrestato il fidanzato

Mercoledì 12 Giugno 2019 11:30 di Redazione WebOggi.it

Sono arrivati i risultati del Tribunale del Riesame per la morte di Maria Sestina Arcuri, la ragazza calabrese di 26 anni di Nocara, nel cosentino, che è morta la notte tra il 3 e 4 febbraio dopo una caduta dalle scale a Ronciglione, in provincia di Viterbo, nella casa della nonna del ragazzo. Secondo i giudici, la giovane non è precipitata per caso, ma è stata spinta dal fidanzato, Andrea Landolfi Cudia. È stata quindi accolta la richiesta del pubblico ministero Franco Pacifici di custodia cautelare in carcere con l’accusa di omicidio volontario aggravato. Attualmente per il giovane non si sono ancora aperte le porte della prigione: il suo avvocato, Luca Cococcia, ha dieci giorni di tempo per presentare ricorso in Cassazione contro la decisione del riesame. Se anche questo fosse respinto, Andrea Landolfi sarà definitivamente arrestato per la morte di Maria Sestina Arcuri.


Galleria Fotografica




Notizie più lette